Altro importante successo per la ReAsset, recuperati € 97.079,83 grazie alla preziosa collaborazione dell’Avv. Armando Longo.

È il caso di una storica azienda del siracusano, che dopo 7 anni di procedimento, ha potuto recuperare quanto la banca aveva percepito illegittimamente.

L’azienda in questione ci aveva contattato per eseguire un accertamento contabile del  rapporto di conto corrente intrattenuto con un noto Istituto di Credito.

Dalla verifica del conto emergeva non solo l’applicazione illegittima di interessi anatocistici, bensì anche l’adozione di interessi ultralegali, spese e commissioni non regolarmente pattuite.

Abbiamo pertanto consigliato all’azienda di citare in giudizio la banca contestando le anomalie/illeciti da noi rilevati.

Le numerose criticità contestate in giudizio, attraverso la perizia dello studio ReAsset, sono state confermate dalla consulenza tecnica d’ufficio, nella quale, sono state espunti:

  • CMS e  commissioni addebitate a vario titolo senza opportuna pattuizione contrattuale,
  • capitalizzazione degli interessi in assenza di reciprocità,
  • spese ed interessi applicati in assenza di pattuizione, 

Il CTU ha così determinato per l’azienda nostra cliente un recupero complessivo di € 97.079,83.

Ricalcolo confermato dalla sentenza emessa dal Tribunale di Siracusa, il quale ha condannato la Banca al pagamento in favore dell’azienda della somma di € 73.589,18 oltre l’azzeramento del debito facciale pari ad €-23.490,65.

Di seguito vi documentiamo l’ottimo risultato raggiunto, oscurando i dati sensibili per ovvie ragioni di privacy.

opposizione decreto ingiuntivo banca
opposizione decreto ingiuntivo banca

Contattaci per una consulenza