TESTIMONIANZE

SCEP Srl - Caltanissetta

Società specializzata in perforazioni e trivellazioni industriali. Abbiamo promosso causa contro uno dei maggiori istituti di credito nazionali. La nostra stima di recupero era pari ad € 321.000. La banca, a causa in corso, ha proposto una transazione a fronte del pagamento immediato a favore della SCEP di €250.000,00.

Ge.ne.ray. Srl - Palermo

Società specializzata nella fornitura ed assistenza apparecchiature elettromedicali. Abbiamo promosso causa contro due importanti istituti di credito.

Nel primo caso la banca aveva richiesto il rientro del fido pari ad € 80.000,00. Abbiamo attaccato la banca e non aspettato che la banca promuovesse decreto ingiuntivo. A causa iniziata, la banca, ha pregato il cliente di fermare la stessa. In cambio ha offerto il mantenimento dei fidi revocati ed una nuova linea di credito, un mutuo chirografario di € 300.000,00 a tasso iper agevolato.

Nel secondo caso la banca non è stata disponibile a nessuna transazione. Con sentenza di primo grado il cliente ha recuperato € 126.000,00.

ACOSET Acquedotto Etneo SPA - Catania

La direzione della società era insospettita sui notevoli costi finanziari sostenuti, hanno interpellato la nostra società per una verifica in tal senso. Dalla analisi sono emerse svariate “anomalie” praticate dalla banca. Abbiamo contattato la banca per una definizione stra giudiziale ma senza successo. Promossa causa dopo circa tre anni e mezzo la Acoset ha ottenuto con sentenza di primo grado quanto richiesto, ovvero la somma di €  238.000,00. La banca è stata condannata anche al pagamento delle spese legali.

Me.Co.Met. - Catania

Società specializzata in realizzazione di strutture industriali in ferro. Avendo ricevuto richiesta di rientro dai fidi, si è rivolta a noi per una valutazione. Rilevate svariate “anomalie” abbiamo preferito, come nostra prassi, attaccare la banca. Prima della sentenza in via transattiva il debito esposto dall’istituto bancario di €80.000,00 è stato ridotto ad €15.000,00. In tal caso non si tratta di un “saldo e stralcio”, operazione che comporterebbe una segnalazione negativa in centrale rischi, ma di una rimodulazione del saldo per errata esposizione. Nessuna segnalazione negativa.

ICOGEN - Vittoria (RG)

Società specializzata in gestione immobiliare. Assistiamo la società in tutti i suoi rapporti finanziari e bancari. Nella fattispecie siamo riusciti a farci restituire stra giudizialmente quanto pagato ad importante istituto di credito per prodotti finanziari derivati. A latere di un contratto di mutuo la banca aveva preteso la sottoscrizione di tale contratto, descrivendolo, in modo scorretto, come assicurazione sul tasso di interesse. Nei fatti, tale contratto produceva solo costi. La banca dopo il nostro intervento ha annullato il contratto e restituito € 70.000,00 alla società, in relazione agli interessi.

Sorbello Veicoli Aziendali Srl - Santa Venerina (CT)

Società specializzata in fornitura e noleggio di piattaforme aeree e veicoli aziendali. A seguito del ricambio generazionale della direzione aziendale, siamo stati interpellati per una verifica sui rapporti bancari storici. Rilevate svariate “anomalie”, abbiamo interpellato l’istituto di credito per una soluzione transattiva. Richiesta rimasta inascoltata. Dopo circa 4 anni di giudizio la banca è stata condannata alla restituzione di € 175.000,00 e al pagamento delle spese di giudizio.

Ottica Parisi - Lentini (SR)

La banca ha richiesto il rientro immediato del fido accordato pari ad € 10.000,00. Il Parisi ha preferito prima pagare la banca e poi chiedere il nostro intervento per individuare eventuali anomali nel comportamento della banca. A seguito del nostro intervento, in via stra giudiziale la banca ha restituito al Parisi € 8.000,00 dei 12.000,00 da noi conteggiati.

ISAF Costruzioni Srl - Fiumefreddo (CT)

Società specializzata in costruzioni edili per la pubblica amministrazione. Ha promosso causa contro impartente istituto di credito. Avevamo stimato un recupero di € 84.000,00 e la banca ha proposto, per la rinuncia alla causa, € 60.000. Proposta accettata.

Gecoim Srl - Misterbianco (CT)

Società specializzata in costruzioni edili per la pubblica amministrazione. La banca aveva richiesto il rientro immediato del fido pari
ad € 50.000,00. A nulla sono valse le proposte dell’imprenditore di un rientro programmato anche con garanzia cambiaria. La banca voleva tutti i soldi subito. A questo punto il cliente si è rivolto a noi. Chiamata la banca in giudizio, la stessa, prima della prima udienza fissata ha proposto in via transattiva l’azzeramento del debito in cambio della rinuncia al giudizio. Proposta accettata.

Vedere di Rosario Cannavò: Aci Sant’Antonio (CT)

Storia identica a quella della Gecoim ad eccezione che il fido ammontava ad € 40.000,00.

Meli & Privitera - Misterbianco (CT)

Società operante nella fornitura di infissi per l’edilizia, a seguito dell’inizio della crisi del settore edilizio, la banca aveva chiesto un piano di rientro per i fidi concessi. Il debito ammontava ad € 120.000,00. Abbiamo trattato con la banca, evidenziando le anomalie rilevati su rapporti di c/c, il debito èstato ridotto ad €50.000,00 con un risparmio di € 70.000,00.

Mettiti in contatto con noi

Fai subito una verifica del conto