Oggi vi raccontiamo il caso di un’azienda, nostra cliente, rientrata completamente dalla sua esposizione debitoria grazie ad un saldo e stralcio che le ha permesso di risparmiare ben € 92.301,00.

La società nostra cliente aveva ricevuto una lettera di “decadenza dal beneficio del termine” e “richiesta di rientro” immediato in relazione a due rapporti di conto corrente che presentavano un debito complessivo di € 117.301,00.

I nostri tecnici hanno analizzato contratti e movimenti di c/c, individuando anomalie quali usura ed anatocismo.

Abbiamo pertanto consigliato il cliente di citare in giudizio la banca contestando le anomalie/illeciti da noi rilevati.

In corso di causa, la banca, consapevole della sua condotta non conforme alla normativa, ha preferito trovare un accordo con la società cliente.

Il debito è stato abbattuto di oltre il 75% facendo versare al cliente solo € 25.000,00 peraltro dilazionati in 30 rate mensili.

Di seguito vi documentiamo lo splendido risultato raggiunto, oscurando i dati sensibili per ovvie ragioni di privacy.

opposizione decreto ingiuntivo banca

Contattaci per una consulenza