È il caso di successo raggiunto con una nota società di fornitura e noleggio di piattaforme aeree e veicoli aziendali del catanese, che intratteneva svariati rapporti di conto corrente con un importante istituto di credito dall’inizio degli anni ’00. Insospettita dall’applicazione di elevati tassi di interesse, la nuova direzione aziendale, aveva deciso di contattarci per una verifica in tal senso.

Rilevate svariate anomalie, abbiamo interpellato l’Istituto per trovare una soluzione transattiva ma senza alcun buon esito. Non rimaneva che citare in giudizio la banca.

Grazie alla nostra analisi econometrica, siamo riusciti ad ottenere il ricalcolo degli interessi al saggio legale per i rapporti di c/c, data l’inefficacia della lettera contratto prodotta dalla banca.

Nello specifico la quarta sezione civile del Tribunale di Catania ha riconosciuto una differenza a favore della società nostra assistita di € 111.755,58, rispetto al suo originario debito di – € 99.883,37, condannando la banca al pagamento della differenza pari ad € 11.872,21 oltre agli interessi legali dalla data della domanda al soddisfo nonché al rimborso delle spese processuali in favore della parte attrice.

I dati sensibili sono stati oscurati per ovvie ragioni di privacy.

opposizione decreto ingiuntivo banca
opposizione decreto ingiuntivo banca

Contattaci per una consulenza