Riportiamo di seguito il caso di una piccola azienda che, insospettita dagli eccessivi costi finanziari sostenuti trimestralmente per la gestione del proprio conto corrente ci ha contattati per una verifica in tal senso. 

Dall’analisi del rapporto era emerso che l’Istituto disattendeva costantemente le convenzioni stipulate con la ditta cliente, applicando tassi debitori nettamente più elevati, nonché voci di costo illegittime, poiché non regolarmente pattuite, quali le CMS (commissioni di massimo scoperto) e le CDF (commissioni disponibilità fondi).

La ditta ha deciso così di promuovere causa contro l’Istituto di credito.

Il risultato è stato più che soddisfacente!

La relazione tecnica redatta dal consulente nominato dal giudice (allegata in calce) ha confermato le nostre stime e rideterminato il saldo finale del conto corrente da – € 17.106,00 ad € 48,35 con un recupero di € 17.057,65.

 Di seguito i tratti salienti della relazione tecnica d’ufficio.

Contattaci per una consulenza