Anomalie Bancarie

CIV e Commissioni varie

Con l’entrata in vigore della legge n. 2 2009 le CMS sono diventate illegittime e sostituite da commissioni aventi varia denominazione.

Sapevi che esiste un articolo (Il 117 bis del Testo Unico Bancario) che disciplina l’applicazione delle commissioni per i conti correnti? Prevede due tipologie di oneri, in sostituzione alla commissione di massimo scoperto, che hanno la funzione di remunerare la banca per la messa a disposizione dei fondi e per l’attività di “ istruttoria” in caso di sconfinamento dal conto. Parliamo di un massimo di max0,50% su base trimestrale.

Alcune banche violano normalmente la norma con commissioni del 2% o 3% su base trimestrale, contro un massimo consentito del 0,50%.

  • In relazione alle CIV, molto spesso assistiamo all’applicazione massiva di tale commissione, con importi addebitati di notevole consistenza.

  • La banca deve dare prova dell’attività “istruttoria” svolta, specie in considerazione che le centrali rischi si aggiornano ogni 60 giorni. Se, come accade spesso, le CIV vengono applicate più volte durante il mese, è chiaro che siamo in presenza non di una “commissione istruttoria veloce” ma di una vera e propria penale di sconfinamento, non prevista dal nostro ordinamento.

Recupera quanto ti è dovuto.

Recupera gli interessi usurari corrisposti

LA PREVERIFICA È GRATUITA

Ho letto e accetto la Privacy Policy (Regolamento UE 2016/679).

Telefono

+39 095 594 2423

Email

info@reasset.it